Pubblicato da: VBP | 1 settembre 2016

Valle Belbo Pulita lancia un nuovo grande progetto PROGETTO CASSA DI ESPANSIONE

Salvaguardia-webLa cassa di espansione a monte di Canelli è diventata da qualche anno un luogo apprezzato dai Canellesi. Ogni giorno decine di persone passeggiano, corrono, portano a spasso i cani e insegnano ai loro figli ad andare in bicicletta. Molti apprezzano l’area anche per la presenza di natura ‘selvaggia’ e la ricca fauna.

L’area è diventata una risorsa apprezzata da molti, ma non (ancora) nota ai più e soprattutto in’tesoro nascosto’ al di fuori di Canelli.

In questo sito la natura dimostra la sua forza e resilienza: uno spazio creato da bulldozer e escavatrici è stato riconquistato dalla vegetazione naturale prima e poi da uccelli, mammiferi ed altra fauna.

La presenza di due aree perennemente allagate ha favorito la sosta e la riproduzione di numerose specie di uccelli tra cui: il germano reale, la gallinella d’acqua, la folaga, la pavoncella e il tuffetto e il canneto circostante è sito riproduttivo – tra gli altri – di migliarino di palude e cannaiola.

La cassa di espansione offre a chi la frequenta molteplici aspetti interessanti: dal punto di vista ingegneristico: si tratta di una struttura prodotta dall’ingegno umano per salvaguardare Canelli dal pericolo di inondazioni; Sotto l’aspetto naturalistico, la zona umida che si è formata è un ambiente piuttosto raro nel sud della provincia di Asti ed attrae moltissime specie di uccelli, mammiferi, insetti e piante difficili da osservare altrove.

Dal punto di vista paesaggistico la posizione della cassa di espansione, nel centro della valle del Belbo permette di godere di una splendida vista su lati della valle, asimmetrici a causa della loro particolare geologia.

generale2.webcliccare sull’immagine per ingrandire

Quest’opera idraulica, nata per offrire alla comunità protezione dalle piene del fiume, è gestita in modo da poter regolare l’afflusso delle acque del Belbo, facendole affluire lentamente in caso di piena.

A questa finalità di messa in sicurezza della città di Canelli si è aggiunto un valore educativo: già oggi le scolaresche, accompagnate dagli esperti di Valle Belbo Pulita, visitano la zona alla scoperta della natura e della geologia dell’area. Tuttavia mancano strumenti divulgativi che forniscano ai frequentatori informazioni circa l’ambiente circostante e le emergenze naturalistiche in esso ospitate.

L’area infine si presta ottimamente alle attività ricreative e sportive:

numerosi studi hanno dimostrato che passeggiare, correre, andare in bicicletta in natura hanno effetti benefici sulla salute umana.

La valorizzazione dell’area e la sua migliore fruibilità possono anche essere un’occasione per riconciliare la comunità di Canelli con il suo fiume, considerato da sempre con sospetto a causa delle sue inondazioni fino a perdere ogni rapporto con esso e a viverlo come un ostacolo o peggio una pattumiera in cui liberarsi dalle cose inutili (‘buttare in Belbo’ è una frase tipicamente Canellese).

E’ importante ricordare che la cassa di espansione offre l’unico accesso al fiume nel raggio di molti chilometri dando la possibilità ai canellesi di ‘toccare con mano’ il Belbo.

Il progetto

Il progetto prevede una serie di interventi per migliorare le caratteristiche naturalistiche dell’area e facilitarne la fruizione da parte del pubblico e offrire opportunità di apprendimento e svago ampliando quindi la gamma di esperienze che l’area può offrire.

Gli interventi sono stati raggruppati in due gruppi anche in vista delle diverse possibilità di finanziamento per la loro realizzazione.

Salvaguardia-web cliccare sull’immagine per ingrandire

Interventi naturalistico – educativi

  1. 2/3 pannelli posti il primo all’inizio sull’habitat delle zone umide, il secondo a metà strada sull’opera idraulica, il terzo sulla fauna 2. Interventi eco-compatibili di gestione della vegetazione 3. Gestione dell’accesso alla zona umida più vicina all’ingresso principale 4. Apposizione di cassette nido 5. Esclusione della caccia dalla zona.

Interventi per la fruizione ‘sportiva’

  1. Anello ciclabile
  2. Percorso benessere attrezzato

Abbiamo già avuto la promessa di supporto dall’Ambito territoriale di Caccia Asti Sud e un interessamento da parte del Comune di Canelli con il quale Valle Belbo Pulita incontrerà a breve l’Agenzia Interregionale per il fiume Po, proprietaria dell’area. Il mondo venatorio ha dimostrato interesse non opponendosi alla proposta di chiusura della caccia nell’area.

Stiamo ancora cercando sponsor e donatori!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: