Pubblicato da: VBP | 18 aprile 2010

Nuovo pesante inquinamento del Belbo sabato 17 Aprile 2010

 

 

Il Questo era il colore del Belbo a Canelli sotto il ponte di Corso Libertà il 17 Aprile 2010 alle ore 18,30 …. ma quale libertà ???. abbiamo gli occhi per vedere, ma anche il cervello e con quello sappiamo anche giudicare

Aggiornamento Informazione

Negli scorsi mesi invernali, caratterizzati da frequenti ed abbondanti precipitazioni , capitava spesso di vedere  sul ponte di corso Libertà diversi concittadini ammirare compiaciuti le acque che scorrevano limpide come non mai. Il disastroso inquinamento dell’ estate del 2008 sembrava  solo più un triste ricordo. Improvvisamente  però Canelli è piombata  nell’ incubo: acque  cerulee  a giorni alterni hanno  sostituito quelle limpide viste in precedenza, successivamente abbondanti liquami scuri si sono mescolati alle acque delle nevi appena disciolte.

A tale vista i responsabili dell’ associazione “ Valle Belbo Pulita”  si sono subito messi in allarme, hanno fatto frequenti sopralluoghi  lungo il corso d’ acqua, hanno allertato le autorità  che hanno il compito di vigilare. Intanto  il Belbo continuava a trasportare reflui di colore grigio,  ben visibili dai passanti. A seguito poi dell’ ennesimo pesante episodio di inquinamento, sabato 17 aprile, dopo aver interessato gli amministratori comunali di Canelli che subito hanno sporto denuncia, il presidente dell’ associazione ha mandato un dettagliato esposto  alle Prefetture di Asti e di Cuneo, alle Procure della repubblica di Alba e di Asti  ed agli altri Organi competenti a tutelare  l’ ambiente percorso dal torrente. Nell’ esposto Gian Carlo Scarrone  evidenzia quanto ha potuto osservare durante i sopralluoghi assieme all’ Assessore Gandolfo    fatti  da Canelli a  oltre Santo Stefano Belbo.

Ha denunciato in particolare di aver constatato presso il depuratore di Santo Stefano  Belbo, assieme  al personale preposto al suo funzionamento, che una quantità di reflui provenienti dalla fognatura  che immette nel depuratore erano  di gran lunga superiore alla capacità di ricezione della vasca stessa per cui  venivano forzatamente sversati nelle acque del Belbo, scavalcando  tutto l’ impianto.   Ha inoltre denunciato di aver visto scarichi che immettevano in Belbo acque non depurate.

Scarrone conclude l’ esposto:” Chiedo vengano perseguiti i reati e /o  gli illeciti amministrativi meglio ravvisati dalle S.V.Ill.me rendendomi disponibile  a fornire ogni ulteriore informazione in qualità di persona informata dei fatti”.

Il suo disappunto trova infine sfogo  nella seguente dichiarazione:

 “  Sono profondamente  indignato. Altro che enoturismo e paesaggio vinicolo come Patrimonio dell’ Unesco” .

Certo è che  l’ elevatissima  antropizzazione della media valle Belbo non permette ulteriori distrazioni  o interventi dolosi da parte di nessuno. I soci dell’ associazione Valle Belbo Pulita, che ormai hanno raggiunto il ragguardevole numero di 1000” sono  ben consapevoli di questo pericolo. Pertanto sono  assiduamente impegnati  nell’ opera di controllo e di denuncia  in occasione di ogni seppur minima trasgressione.

Terzano Romano


Comunicato 

Aggiorneremo quanto prima

Un pesante inquinamento del Belbo è nuovanente avvenuto sabato  17 Aprile 2010  dovuto alla inosservanza delle Leggi in materia di scarico delle Acque Reflue e delle comuni regole del vivere civile,  da parte di attività produttive presenti nelle valli Belbo e Tinella  a monte dell’abitato di  Canelli

Sopratutto continua deliberatamente la privatizzazione dei  profitti  e lo scarico su altri degli oneri della depurazione .  Le popolazioni della Valle Belbo sono indignate.  Altro che Enoturismo e Paesaggi UNESCO  Patrimonio dell’Unanità. Continuando di  questo passo gli stessi inquinatori, stanno facendo già da ora ricadere sui propri  figli il nostro  ormai costante  declino ambientale

Stiamo contattando le Istituzioni competenti, vi aggiorneremo prima possibile 

                                                              Gian Carlo Scarrone 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: